Webinar gratuito

Come gestire il processo di studio con Moodle

26 gennaio alle 16:00 CET

Registrati
image/svg+xml image/svg+xml image/svg+xmlimage/svg+xmlimage/svg+xml fb-white-10x14fb-10x14ok-white-10x19ok-10x19twitter-white-18x14twitter-18x14vk-white-16x11vk

La rilevanza della formazione del personale non va sottovalutata, sia nel caso di un’impresa redditizia, sia e soprattutto nel caso di un’impresa con problemi di produttività. In ogni eventualità, la formazione del personale in azienda deve essere vista come una grande opportunità da non farsi sfuggire.

Formazione del personale: che cos’è

La premessa, quindi, è che la formazione del personale in azienda è uno strumento importante a disposizione dell’azienda, ma esattamente cos’è? Cosa si intende quando si parla di formazione e sviluppo del personale?

Se si è in cerca di una definizione, si può affermare che

La formazione del personale aziendale è quell’insieme di attività che hanno lo scopo di potenziare le capacità dei vostri dipendenti professionisti, così da favorirne la crescita personale e professionale, con l’ovvio fine ultimo di ottimizzarne i risultati e rendere più semplice il raggiungimento dei vostri obiettivi di business.

Formazione del personale: i vantaggi

Compreso il significato e l’importanza della formazione interna a un’impresa, ciò che è più importante è comprendere quali sono gli effettivi vantaggi garantiti da attività di formazione del personale aziendale.

Vi sono molteplici ragioni per le quali puntare su un percorso formativo è da considerarsi un buon investimento. Il vostro business infatti può:

  • Migliorare la competitività: avere accesso a personale formato significa che la propria impresa sarà sempre in grado di usare gli strumenti più moderni e sfruttare le competenze più aggiornate. Di conseguenza, l’azienda diventa in grado di fornire prodotti e servizi di qualità superiore alla concorrenza.
  • Migliorare l’immagine dell’azienda: se la vostra impresa è aggiornata e sa utilizzare gli strumenti più moderni, dà l’impressione di essere più affidabile ed efficace. I clienti sono quindi più propensi a scegliere la vostra impresa.
  • Migliorare la soddisfazione dei dipendenti: fornire ai propri lavoratori professionisti dei percorsi di formazione di qualità permette loro di capire che l’azienda è interessata a investire su di loro e che vi sono possibilità di crescita. Un personale soddisfatto e stimolato con nuove attività e sfide aumenta la produttività e diventa più disponibile nei confronti dell’impresa per la quale lavora.
Vantaggi della formazione del personale

Per capire davvero quanto è importante la formazione, possiamo però usare un esempio specifico basato sull’uso di iSpring Learn da parte di L’Oréal Adria-Balkan, una filiale regionale di L’Oréal, la più grande società al mondo di cosmetica e cura della persona. È possibile leggere nel lungo ed esaustivo articolo di Ivan Vukoja, Direttore dello sviluppo presso L’Oréal Adria-Balkan, che uso è stato fatto della formazione del personale aziendale.

In breve, però, dovete sapere che L’Oréal Adria-Balkan utilizza regolarmente la formazione dei dipendenti per ottimizzare i rendimenti della compagnia, sia per quanto riguarda i lavoratori assunti che per quanto riguarda i lavoratori gestiti da una società di distribuzione.

Vukoja spiega che, tramite una piattaforma come iSpring Learn, i vantaggi della gestione della formazione interna sono molteplici. iSpring Learn è stata la scelta migliore per risolvere uno dei problemi principali della compagnia: organizzare ogni fase della formazione del personale esterno. In precedenza, questi ultimi venivano aggiornati in modo sommario e indipendente, ma mancava uno strumento adeguato per gestire tutte le fasi del processo di apprendimento. Senza una vera struttura di formazione dei dipendenti gestita internamente, non c’era concordanza nelle competenze e nei risultati di tali lavoratori.

Tramite iSpring Learn e la formazione del personale, L’Oréal Adria-Balkan è stata in grado di fornire ai lavoratori una valida istruzione in ambito vendite e marketing nelle cinque regioni commerciali nelle quali opera. I membri del marketing locale hanno avuto accesso a nuovi strumenti e appreso nuove pratiche per la presentazione del prodotto ai clienti. Ad esempio, i venditori hanno iniziato a usare presentazioni animate, il che li contraddistingue da addetti alle vendite di altre società.

La formazione interna è uno strumento unificante estremamente utile in grado di superare barriere geografiche e linguistiche come svela L’Oréal Adria-Balkan. Vukoja è stato infatti in grado di raggiungere oltre 90 persone diverse in sette paesi in meno di un anno, uniformandone le competenze e l’approccio lavorativo.

Formazione del personale: come organizzarsi

I vantaggi garantiti da un insieme di attività di sviluppo e formazione sono quindi chiari, ma esattamente come si organizza una procedura di formazione? Per poter dare il via a un processo di apprendimento interno alla vostra impresa è infatti importante seguire ogni fase con accortezza. È necessario che comprendiate quali sono le fasi della gestione di un percorso di apprendimento, ovvero:

  • Definire obiettivi e necessità dell’azienda
  • Identificare le competenze da apprendere
  • Creare il percorso formativo

Definire obiettivi e necessità dell’azienda

Prima ancora di organizzare un percorso di formazione del personale aziendale, la prima fase è la comprensione degli obiettivi e delle necessità. Dovete decidere quali sono le finalità ultime non di un singolo processo di formazione, ma di tutta la vostra visione aziendale.

Di norma, un’azienda che mira a essere competitiva si preoccupa di formare la propria impresa su tutti i livelli, a partire dal personale fino alla classe manageriale. In tutti i casi, quello che si deve fare è:

Analisi della propria forza lavoroQuali sono i vostri dipendenti e in che modo sono utilizzati in questo momento? Un primo obiettivo è capire qual è il potenziale inutilizzato dei lavoratori professionisti che formano la vostra impresa e in che modo un processo di formazione possa renderli più utili agli obiettivi di business.
Tipologie di formazioneUn altro obiettivo è comprendere quali metodi di formazione interna che più si adattano all’azienda, definendo un giusto mix tra il coaching (un esperto esterno pagato per seguire il personale e insegnare loro le migliori pratiche lavorative), l’affiancamento (un dipendente novizio affianca uno più esperto e apprende le mansioni) e l’eLearning (tramite l’uso di corsi digitali, quiz, report analitici… prodotti internamente o acquistati).
Regolarità della formazioneUn obiettivo iniziale è definire quanto a lungo e quanto regolarmente l’azienda farà uso della formazione del personale, ricordando che parliamo di un ottimo investimento e che è sempre buona norma promuovere a livello di cultura interna una propensione del personale verso la formazione continua, anche indipendente.
Miglioramento dell’esperienza lavorativaQuando si dà il via a un percorso formativo, è bene capire in che modo sfruttarlo per diminuire i livelli di stress del personale.
Puntare sui giovaniSfruttando varie tecniche di formazione sui più giovani membri dell’azienda, ci si garantisce una serie di risorse umane qualificate che potranno riempire potenziali posti vacanti in futuro, portando così a un risparmio di tempo e costi.

Identificare le competenze da apprendere

Una volta chiariti quali sono i vostri obiettivi aziendali, la seconda fase richiede di identificare le competenze che i dipendenti devono apprendere. Un processo di formazione deve potenziare le competenze e portare al miglioramento delle capacità della forza lavoro aziendale, è quindi importante capire quali sono quelle fondamentali e quali sono quelle che invece possono essere lasciate in secondo piano per non sprecare tempo e risorse interne.

Nel definire le competenze fondamentali per la propria impresa, è buona cosa distinguere tra le soft skill e le hard skill. Entrambe devono essere allenate e potenziate in accordo con le necessità della vostra impresa.

Le soft skill sono quelle competenze più trasversali che hanno ovvero un’utilità in molteplici ruoli lavorativi. Facendo degli esempi, parliamo della capacità di dirigere un progetto lavorativo, di saper prendere la responsabilità di una decisione, saper collaborare con i colleghi e gestire potenziali conflitti lavorativi senza che diventino personali. Nel caso di manager, è importante che siano in grado di esercitare nel modo corretto la propria autorità, rafforzare lo spirito di squadra, gestire i livelli di stress personali e dei propri sottoposti così come le tempistiche lavorative per poter raggiungere gli obiettivi aziendali.

Includere il potenziamento delle soft skill dei dipendenti in un percorso di formazione è altamente consigliato in quanto permette al personale di evolversi e offrire risultati lavorativi di qualità superiore, indipendentemente dal tipo di attività svolta. Si tratta di competenze che non vanno perdute anche nel caso nel quale un lavoratore professionista venga riqualificato per ruoli differenti rispetto a quelli attuali, quindi è sempre un buon investimento.

Le hard skill, invece, sono quelle capacità più specifiche e legate al ruolo ricoperto e al tipo di strumento, macchinario o programma che viene utilizzato dal dipendente. Sono capacità che, spesso, non sono trasferibili in caso di passaggio di ruolo.

Si potrebbe quindi pensare che questo tipo di competenze siano da insegnare al minor numero di dipendenti possibili, ovvero solo a coloro che usano quel certo strumento in quel dato momento. In realtà, è importante che una hard skill sia appresa anche da personale non direttamente coinvolto sul quotidiano con una certa attività, in quanto questo permette di avere un sostituto ed evitare di subire cali di produttività nel caso nel quale il lavoratore professionista sia assente.

Creare il percorso formativo

Una volta compresi i propri obiettivi aziendali e definite le competenze, soft skill e hard skill, che i dipendenti devono apprendere, bisogna creare un percorso formativo. Come detto, ci sono varie opzioni, dal coaching e l’affiancamento, fino a corsi di eLearning.

Ogni metodo ha i propri benefici. Il coaching è focalizzato e permette di sfruttare esperti del settore, ma ha mediamente costi significativi. L’affiancamento è la soluzione spesso più economica, ma l’efficacia può variare da dipendente a dipendente e rischia di rallentare il lavoratore più esperto.

L’eLearning è spesso una delle soluzioni più utili, soprattutto perché permette di creare un database sempre accessibile e il costo iniziale si impatta sul lungo periodo. Le lezioni possono essere acquistate su internet, ma spesso le migliori sono in altre lingue e non rispondono pienamente alle necessità dell’azienda, che ha le proprie unicità e peculiarità.

Per questo motivo, è un’ottima cosa creare internamente lezioni, così da produrle secondo le effettive necessità e gli effettivi obiettivi aziendali. Un buon corso di formazione comprende testi, video, immagini, audio e anche elementi interattivi da utilizzare per permettere ai lavoratori di fare pratica sulla base di situazioni reali.

Il passo successivo è scegliere un LMS, ovvero una piattaforma che permette l’erogazione di corsi di formazione eLearning. Un’ottima scelta è iSpring Learn, utilizzata da 198 aziende della Fortune 500 e da 59.000 clienti a livello mondiale.

iSpring Learn permette di accedere ai materiali didattici da molteplici dispositivi, come laptop, tablet e smartphone. Può essere usato anche offline tramite l’app per iPad e Android. Il vantaggio è che il dipendente può usare le lezioni ovunque, durante i viaggi o da casa.

Un vero grande vantaggio di una piattaforma LMS come iSpring Learn è l’accesso a statistiche dettagliate sui risultati del percorso formativo dei propri dipendenti. È possibile sapere chi ha completato le lezioni e chi no, dividendo il personale in dipartimenti, analizzandone i risultati in modo organizzato e ordinato.

iSpring Learn dispone anche di un calendario interno per pianificare i corsi, ma anche eventi dal vivo, workshop e webinar in un solo posto. Tramite la piattaforma è possibile invitare interi gruppi di lavoratori in pochi passaggi, senza doverlo fare manualmente per ogni dipendente.

Conclusione

Come abbiamo visto, la formazione del personale è una pratica centrale per le aziende che desiderano rimanere competitive. Valorizzare e rafforzare i propri dipendenti e le loro competenze richiede una visione chiara degli obiettivi aziendali e lezioni di formazione di qualità. Fondamentale, come detto, avere uno spazio per l’erogazione di tali lezioni: iSpring Learn, che potete mettere alla prova con il free trial da 30 giorni, è lo strumento migliore per gestire la formazione del personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

iSpring Learn
LMS per la formazione del personale
Per saperne di più
 

Inizia a creare corsi online in modo facile e veloce