image/svg+xml image/svg+xml image/svg+xmlimage/svg+xmlimage/svg+xml fb-white-10x14fb-10x14ok-white-10x19ok-10x19twitter-white-18x14twitter-18x14vk-white-16x11vk

Ti piacerebbe sapere come creare video tutorial? Se stai cercando di formare i neoassunti, presentare il tuo nuovo, fantastico prodotto ai tuoi clienti o se sei un esperto in un certo campo, i tutorial sono un modo eccellente per trasmettere le tue informazioni. In questo articolo, ti guideremo in tutto il processo di creazione di tutorial, dalla pianificazione, alla redazione di contenuti alla registrazione e montaggio di video.

Cos’è un video tutorial?

I video tutorial sono degli screencast con una voce fuori campo di spiegazione. Sono creati con uno scopo specifico: insegnare allo spettatore come fare qualcosa.

I video di screencast sono particolarmente popolari quando si tratta di formazione tecnologica. Per chi ha un tipo di apprendimento visivo, la possibilità di visualizzare ogni passaggio di un procedimento può fare la differenza quando si tratta di spiegare strumenti e software online.

Anche noi di iSpring realizziamo dei video tutorial per mostrare ai nostri clienti come lavorare con il software di eLearning iSpring. Oggi, per esempio, ti mostreremo come farlo con questo esempio:

Fase 1: Fai un’analisi dell’apprendimento.

La creazione di video di formazione inizia con l’analisi dei bisogni formativi. In genere, occorrono tre passaggi: lo sviluppo degli obiettivi chiave, la ricerca sull’argomento del tutorial e la conoscenza dei beneficiari.

La prima cosa da fare è fissare degli obiettivi. Dovrebbero essere guidati dal risultato finale. In altre parole, cosa dovrebbe essere in grado di fare lo spettatore una volta finito il tutorial? La maggior parte dei progettisti didattici scriveranno questi obiettivi con un verbo d’azione che afferma chiaramente cosa l’allievo sarà in grado di fare al termine del corso.

Una volta che hai una chiara comprensione di quali azioni o concetti il tuo allievo dovrebbe conoscere dopo aver visto il tuo video didattico, puoi passare alla ricerca dell’argomento. Una ricerca approfondita ti aiuterà a raccogliere tutte le informazioni necessarie per rendere il tuo video il più utile possibile.

Dopo aver esaminato l’argomento sotto tutti i punti di vista, dovrai apprendere il più possibile sui tuoi potenziali allievi. Questo ti aiuta a creare dei contenuti mirati per la tua presentazione. I potenziali spettatori del tuo tutorial sono dei principianti assoluti, quindi hai bisogno di spiegare in dettaglio tutti i concetti? Si tratta invece di professionisti, per cui puoi saltare i passaggi più semplici? Questo ti aiuterà a presentare il materiale nel modo più comprensibile per il tuo pubblico.

Fase 2: Creare una struttura

Dopo aver completato l’analisi dei bisogni formativi, puoi iniziare a sviluppare la bozza.Questa è una panoramica di tutto il contenuto che avrai nei tuoi video tutorial e dovrebbe includere tutti i punti chiave che saranno trattati nel video.

Dai un’occhiata alla nostra bozza per il video tutorial di iSpring che hai visto sopra:

Bozza del video tutorial su iSpring

Nella progettazione della formazione, lo storyboard è un elemento essenziale che ti dice cosa mostrare e in quale ordine. È una sequenza di tutti gli elementi,compreso quando ci sarà uno speaker sullo schermo, quando verrà introdotto uno screencast e se una presentazione sarà incorporata. Quando si creano dei video illustrativi che spiegano come usare un software, uno storyboard può essere una sequenza di scatti.

Ecco come appare lo storyboard per il nostro video su iSpring:

Storyboard del video tutorial su iSpring
1 2
34
56

Lo storyboard sarà anche l’introduzione al prossimo documento che creerete: il copione.

Fase 3: Scrivi il copione

Scrivere un copione può sembrare un po’ ostile, ma in realtà, hai già fatto la parte difficile creando una bozza e uno storyboard. Ora, hai solo bisogno di completare il tuo storyboard con istruzioni testuali e spiegazioni.

“Si può pensare che sia sufficiente scrivere i punti principali di un copione e poi improvvisare durante la registrazione. Tuttavia, anche se il relatore conosce perfettamente l’argomento, può essere difficile trasmettere l’idea nel modo più chiaro possibile, e di solito porta a un sacco di rifacimenti. Quindi, continuate a scrivere la sceneggiatura fino all’ultima parola.”

Irina Chumanova

Responsabile sviluppo prodotto iSpring

Come ogni storia, il copione dovrebbe avere una buona struttura. Non importa quanto sia breve, ci deve essere un inizio, una parte centrale e una fine, come nel seguente esempio:

Copione del video tutorial su iSpring

Nell’introduzione del tutorial, annuncia l’argomento. Nei paragrafi del corpo, descrivi l’argomento nel modo più dettagliato possibile e, nella conclusione, invita lo spettatore a compiere qualche azione o fornisci un’anteprima del prossimo tutorial.

Quando avrai la prima bozza, rivedila di nuovo. Assicurati che ogni parola abbia il proprio spazio nella pagina.

Leggi il tuo copione ad alta voce diverse volte per vedere se il messaggio fila. Potresti scoprire che hai bisogno di cambiare alcune frasi per rendere il discorso fluido e chiaro. Può anche aiutarti a decidere il ritmo del tuo video. Assicurati di essere abbastanza esauriente per essere compreso dal tuo pubblico, ma non così intenso da perdere l’interesse di alcuni studenti.

Il copione è il documento principale per un presentatore, quindi spesso include non solo le parole da pronunciare, ma anche informazioni supplementari per il relatore. Per esempio, se stai registrando qualcuno in video, il copione può includere indicazioni “di scena” – come dovrebbe mettersi di fronte alla telecamera o muoversi nello spazio circostante. Può anche avere indicazioni di “pagina” – come devono essere messi in sequenza i file o le presentazioni.

Ora che sai cosa dovrai dire, puoi iniziare a occuparti di come lo dovrai dire.

Val a dire, come registrerai l’audio?

Fase 4: Scegli un microfono

Hai mai guardato un video ma non sei riuscito a finirlo perché l’audio era ovattato o distorto? Sfortunatamente, cose del genere possono accadere facilmente.

Quando si crea un video tutorial, l’audio di qualità può fare la differenza. Può rendere un video con elementi visivi di alta qualità difficile da guardare, o trasformare una presentazione semplice ma con una voce perfetta in un’esperienza di apprendimento positiva.

“Quando si registra un video tutorial, è meglio non usare il microfono integrato nel computer. Un microfono integrato non creerà un buon suono, perché non hanno la capacità di migliorare la qualità della voce o di minimizzare il rumore di fondo. La cosa migliore è un microfono portatile di alta qualità”.

Irina Chumanova

Responsabile sviluppo prodotto iSpring

Fase 5: installa uno strumento per la registrazione e l’editing di video

Ora che hai un microfono, avrai bisogno di un software per registrare i tuoi video tutorial. Per esempio, puoi usare il toolkit di authoring di iSpring Suite, che contiene uno studio video avanzato.

Una delle sue funzioni chiave è la registrazione “picture-in-picture”. Ciò significa che è possibile registrare due video allo stesso tempo: uno screencast e le riprese della webcam.

Parte del video tutorial “Come pianificare la formazione su iSpring Learn LMS”

Se non hai bisogno di una webcam per riprendere un presentatore e vuoi creare un video tutorial con solo la narrazione, iSpring Suite rende semplice registrare uno screencast e una narrazione separatamente per poi sincronizzarli.

Per potenziare il tuo video tutorial puoi inserire video, immagini, blocchi di testo e forme, e modificarli direttamente sullo schermo. Puoi anche aggiungere schermate di titoli e intestazioni su qualsiasi parte del tuo video.

Il toolkit dispone della funzione “suggerimenti visivi”. L’app intelligente capta i tuoi movimenti e crea degli indizi visivi per il tuo allievo.

Indizi visivi del video tutorial su iSpring

Fase 6: Registra il video tutorial

Ora che disponi di un copione, un microfono e un software iSpring puoi lavorare alla creazione del tuo video didattico.

Vediamo due modi diversi di realizzare un video tutorial a seconda del formato che scegli: uno screencast con narrazione o uno screencast con video girato dalla webcam.

Screencast con narrazione

Dopo aver installato iSpring Suite sul tuo computer, vedrai una scheda aggiuntiva in PowerPoint. Fai clic su Registrazione dello schermo.

Barra multifunzione di iSpring Suite

Poi, nella finestra Impostazioni di registrazione, scegli la tabella Schermo.

Impostazioni di registrazione video di iSpring Suite

Specifica le dimensioni dell’area di registrazione: può essere l’area dello schermo, l’intero schermo o la finestra di una specifica applicazione.

Mentre registri, ci sono alcune cose da tenere a mente per creare un video nitido.

  • Nascondi il cursore del mouse in modo che non distragga lo spettatore, o assicurati che il cursore sia chiaro e visibile se fa parte del tutorial.
  • Metti in pausa se fai un errore, così quando modifichi sarà più facile per te trovare i punti in cui hai fatto errori e tagliarli.
  • Parla chiaramente e con il tono e il ritmo che hai scelto per il video.

Una volta che il tuo screencast è completo, il passo successivo è quello di registrare la narrazione. Per iniziare a registrare una voce fuori campo, fai clic su Registrazione audio nella scheda iSpring Suite.

Scheda iSpring Suite

Prima di fare clic sul pulsante Inizia la registrazione, assicurati di aver preparato tutto l’occorrente.

Registrare voci fuori campo su iSpring Suite

Uno screencast più un video di presentazione

Se vuoi registrare uno screencast e allo stesso tempo girare un video con la webcam, scegli l’opzione Schermo e videocamera nella finestra Impostazioni di registrazione.

Impostazioni per la registrazione di iSpring Suite

Puoi mostrare entrambi i flussi insieme, o passare facilmente da uno all’altro.

Fase 7: modifica il tuo video tutorial

Se hai scelto di registrare lo screencast e la voce fuori campo separatamente, la prima cosa che devi fare nel processo di editing è assicurarti che l’audio e il video siano in sincronia tra loro.

Puoi farlo direttamente su iSpring andando su Gestisci la narrazione:

Gestire le narrazioni su iSpring Suite

Da qui, puoi allineare tue tracce audio e video nella sequenza temporale. Puoi anche tagliare l’audio e assicurarti che si sincronizzi con la transizione dei fotogrammi.

Allineare audio e video su iSpring Suite

Potresti avere la necessità di rimuovere i rumori indesiderati. Per farlo, seleziona Rimuovi il rumore nella barra degli strumenti di iSpring:

Rimuovere il rumore su iSpring Suite

Ti verrà chiesto di scegliere un segmento che contenga solo rumore di sottofondo (almeno 5 secondi con il solo “silenzio” ambientale: senza voci, rumori del mouse ecc.). iSpring farà il resto! Eliminerà il rumore di sottofondo dal resto della tua registrazione.

Puoi anche rimuovere i video indesiderati se hai un eccesso di filmati o fai un errore. Usa l’icona delle forbici per tagliare porzioni della sequenza temporale.

Rimuovere i video indesiderati su iSpring Suite

Fase 8: Rendi il tuo video tutorial coinvolgente

Una volta che hai affrontato l’editing di base, puoi lavorare per rendere i tuoi video più coinvolgenti. Ecco diversi consigli per tenere incollato il tuo pubblico.

  • Annotazioni e didascalie – Per enfatizzare le parole chiave pronunciate durante il video illustrativo, puoi creare annotazioni, grafici e didascalie. Ad esempio, nel video qui sotto, creato su iSpring Suite, non solo il presentatore ti dice quali sono i passaggi per prepararti a una chiamata, ma puoi anche visualizzarli nelle didascalie sullo schermo.
  • Immagini e infografiche – Gli esempi visivi che illustrano cio che stai parlando sullo schermo aiutano ad attirare l’attenzione dello spettatore su certi punti e rendono le cose più facili da capire. A seconda dello stile delle tue istruzioni, possono anche aggiungere un tocco di colore.
  • Effetti speciali – Per enfatizzare una sezione importante del tuo video tutorial o dimostrare cose che potrebbero essere trascurate a velocità normale, potresti voler provare un effetto slow-motion.

Fase 9: condividi i tuo video tutorial

Una volta che le tue istruzioni video sono rifinite, l’ultimo passaggio è presentarli al mondo!

Esistono diverse opzioni per la pubblicazione. Puoi salvare il tuo video sul tuo computer come file MP4, caricarlo direttamente su YouTube oppure nel tuo LMS.

Pubblicare un progetto video con iSpring Suite

Inizia subito a creare video tutorial. Ottieni una prova gratuita di iSpring Suite ed esplora tutte le sue funzioni per 14 giorni, senza spendere un centesimo.

Suggerimenti per fare un video tutorial efficace

Ecco alcuni suggerimenti e trucchi che puoi usare per rendere i tuoi video tutorial più chiari, più nitidi e più coinvolgenti.

  • Fai delle prove prima della registrazione. Quando si crea un video tutorial, il modo in cui si parla è importante. Prima di registrare, leggi il copione ad alta voce diverse volte. Assicurati di non parlare troppo velocemente e di non sembrare pigro, impaziente o stanco.
  • Prepara il luogo per la registrazione. Trova una stanza che abbia un’acustica decente e riduca al minimo il rumore di sottofondo. Prova con uno spazio di dimensioni ridotte, perché la voce riecheggia di più nelle stanze più grandi.
  • Metti in ordine il desktop. Pulire il disordine dello schermo. Durante una sessione di cattura dello schermo, tutto ciò che viene mostrato sul monitor del vostro computer sarà catturato. Assicuratevi che tutti i vostri dati privati, così come i programmi e i file non necessari, non siano nell’inquadratura. Disattiva i pop-up e le notifiche di messenger in modo da non dover registrare nuovamente il video dopo che un messaggio appare in un angolo.
  • Racconta una storia avvincente. Il trucco per fare un video tutorial efficace è catturare l’attenzione dei tuoi utenti e tenerli agganciati fino alla fine. Racconta una storia che li catturi e che risponda ai loro bisogni.
  • Usa un tono discorsivo. Il linguaggio informale è il modo migliore per fornire video didattici. Usare la struttura delle frasi in prima o seconda persona con i pronomi “io”, “noi” e “tu” renderà l’esperienza dei tuoi spettatori più personale.
  • Collega i tuoi segmenti con delle transizioni. Collega i tuoi segmenti con le transizioni. Tutti i segmenti in un buon video tutorial fluiscono naturalmente da uno all’altro. Non mostrare tutto in ordine, ma assicurati di fare delle transizioni fluide. In questo modo, il video non apparirà nervoso e aiuterà i tuoi spettatori a passare da un’idea all’altra.

Per concludere

Ci auguriamo che questa guida e i consigli forniti ti aiutino a realizzare i tuoi video tutorial coinvolgenti. Per iniziare a creare video tutorial, prova iSpring Suite con una prova gratuita di 14 giorni con tutte le funzionalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

iSpring Suite
Crea corsi interattivi in pochi minuti
Per saperne di più
 

Inizia a creare corsi online in modo facile e veloce