image/svg+xml image/svg+xml image/svg+xmlimage/svg+xmlimage/svg+xml fb-white-10x14fb-10x14ok-white-10x19ok-10x19twitter-white-18x14twitter-18x14vk-white-16x11vk

Scopri tutto su e-learning, che cos'è e a cosa serve

Dai corsi per corrispondenza alla formazione digitale, la formazione a distanza (FAD) ha fatto molta strada e ora è conosciuta da tutti come e-learning. Di certo, non è più una novità ma un’industria in grande espansione. Secondo i dati elaborati da Ambient Insight, il mercato mondiale dell’e-learning continuerà a crescere del 5% l’anno sostituendo la formazione più tradizionale.

L’e-learning sta continuando a guadagnare terreno nelle aziende che implementano la formazione online con l’aiuto di piattaforme e-learning per lo sviluppo del personale oltre che per snellire i processi ed espandere le proprie capacità.

E-learning cosa è e perché è così affascinante? Per avere una maggiore comprensione del significato della formazione in modalità e-learning partiamo dalla sua storia.

Piattaforma e-learning: definizione e storia

Il termine “e-learning” è stato coniato dal guru americano dell’apprendimento Elliott Masie nel novembre 1999, durante il suo intervento alla Conferenza TechLearn: “L’e-learning è il modo in cui la tecnologia di rete progetta, distribuisce, seleziona, amministra ed espande la formazione.”

Nel 2000, l’e-learning ha avuto una prima rivoluzione tecnologica con il lancio dell’OLAT, il primo sistema per la formazione a distanza open-source. Lo stesso anno è stata rilasciata la prima versione dello SCORM, uno standard che permette agli utenti di impacchettare il contenuto formativo e distribuirlo tramite piattaforme e-learning.

Nei primi anni 2000, i dispositivi mobili sono diventati sempre più diffusi, assumendo la forma di smartphone e tablet. Il loro utilizzo non si limita più alle telefonate: le persone guardano video, leggono libri, giocano con i propri telefoni. Questo ha spinto le compagnie telefoniche a migliorare la connettività in una gara che continua ancora oggi.

Oggi, i dispositivi mobili sono lo strumento più utilizzato per accedere all’apprendimento online, sia per la formazione aziendale che per la formazione in generale.

Vuoi saperne di più sulla definizione e sullo sviluppo dell’e-learning? Guarda questa timeline:

Storia dell’eLearning

L’e-elearning cos’è?

Cosa significa il termine e-learning?

Il termine e-learning indica un sistema di apprendimento basato sull’insegnamento formale ma con l’aiuto di risorse digitali. L’e-learning può anche avere il significato di una rete che permette di trasferire competenze e conoscenze, fornendo una possibilità di apprendimento a un gran numero di utenti contemporaneamente o in momenti diversi.

Oggi, quando si parla di e-learning, ci si riferisce alla formazione attraverso qualunque tipo di dispositivo. Guardare un tutorial, leggere un interessante articolo o rispondere a un questionario – tutto questo è e-learning.

Fare un paragone tra la formazione tradizionale e l’e-learning è come comparare i libri cartacei con gli ebook. Così come i testi online non possono rimpiazzare l’autenticità di un libro, l’e-learning non può sostituire completamente la formazione. L’e-learning ti dà la possibilità di accedere alle informazioni ovunque ci sia un dispositivo digitale, il che lo rende molto comodo.

La comodità è una delle principali ragioni per cui le persone apprezzano l’eLearning. Un’altra ragione è la possibilità di personalizzare la tua esperienza di online learning utilizzando altri strumenti, quali la realtà aumentata e la realtà virtuale (le persone amano le nuove tecnologie). Ad esempio, con la realtà virtuale, il personale di magazzino o quello impiegato nei cantieri può seguire corsi di formazione sulla sicurezza, così come gli studenti di medicina possono imparare a identificare la posizione di ossa e vasi sanguigni.

Utilizziamo l’e-learning tutti i giorni per sviluppare le nostre conoscenze e la nostra individualità. Leggiamo articoli, guardiamo video su YouTube, giochiamo ed esercitiamo la nostra mente con le informazioni fornite dal nostro smartphone. Le aziende, dalle piccole start-up alle multinazionali, utilizzano l’e-learning per formare il proprio personale e supportare i processi interni.

E-learning per aziende: quali vantaggi?

Oggi, molte organizzazioni, dalle grandi multinazionali alle piccole start-up, utilizzano l’e-learning per lo sviluppo del proprio personale: acquisire nuove qualifiche, trasferire nuove competenze o favorire la riconversione professionale per un cambio di posizione.

L’eLearning per aziende e i suoi vantaggi

L’e-learning è un grande vantaggio per le aziende perché offre:

Minori costi di formazione

Grazie all’e-learning, non devi spendere una fortuna per organizzare aule, prenotare stanze in albergo, coprire spese di viaggio. Puoi semplicemente creare un corso online per poi condividerlo con il tuo personale senza limiti di data e tempo.

Copertura più ampia

La formazione digitale non ha barriere. L’apprendimento asincrono presenta più vantaggi rispetto all’apprendimento sincrono perché non è necessario che il formatore e gli studenti si colleghino contemporaneamente. Inoltre, dà la possibilità a tutti di accedere ai contenuti online, adattando i corsi alle proprie esigenze di tempo e al ritmo di apprendimento. Puoi formare centinaia di persone in decine di uffici in tutto il mondo in modo uniforme grazie alla formazione in modalità e-learning. Non occorre che il tuo personale partecipi a lezioni in aula per un determinato periodo di tempo e a una certa data. Tutto ciò di cui ha bisogno è un accesso a internet e un dispositivo digitale.

Centralizzazione del materiale formativo

Tutto il materiale formativo è disponibile in un unico posto, ad esempio un LMS. Il personale può accedere alla piattaforma di elearning quando vuole e da qualsiasi dispositivo, trovare il corso di cui ha bisogno o accedere ai contenuti online che vuole rivedere.

Sviluppo più veloce del personale

I corsi di formazione tradizionali hanno dei tempi abbastanza lenti in quanto legati agli orari di lavoro del personale e dei formatori. Un LMS è sempre disponibile e offre la possibilità di accedere alla formazione in ogni momento: durante gli spostamenti, a casa o durante la pausa pranzo, senza limiti di tempo.

Semplicità del monitoraggio

I tuoi formatori non hanno più bisogno di fare formazione in aula gestendo manualmente la valutazione e gli adempimenti cartacei. La maggior parte dei LMS dispone di sistemi di reporting in grado di monitorare le attività svolte da ogni singolo partecipante con grafici e report analitici. Ecco l’e-learning cos’è!

Adattabilità alle esigenze

L’e-learning aiuta il personale a rimanere al passo con le necessità aziendali, risolvendo i problemi in tempo reale. C’è la necessità di formare il personale di vendita su un nuovo prodotto? È sufficiente creare il corso e renderlo disponibile contemporaneamente a migliaia di persone.

Le aziende utilizzano l’e-learning per le seguenti applicazioni:

  • Formazione del personale: è la principale ragione per cui viene implementato l’e-learning. I corsi online sono decisamente più efficienti nella formazione del personale perché offrono continuità e facilità di utilizzo nell’accesso ai contenuti formativi.

Moxa Inc. aveva la necessità di formare il proprio personale di marketing sparso in tutto il mondo. Prima di iniziare a utilizzare l’e-learning, questo significava prendere costosi voli per organizzare incontri in aula entro il tempo e la data prefissati. Grazie alla transizione verso l’apprendimento digitale, l’azienda ha ridotto i costi e liberato tempo lavoro, incrementando contemporaneamente l’efficienza della formazione. Oggi offre un ambiente di apprendimento di alta qualità in modo uniforme a tutto il personale.

  • Formazione sulla conformità: è la formazione obbligatoria per tutte le aziende. L’obiettivo è informare i nuovi arrivati rispetto alle procedure aziendali come quelle legate alla sicurezza, alla privacy o alla condotta richiesta. La formazione sulla conformità è molto più semplice da distribuire con un LMS, specialmente se sono richiesti cambiamenti immediati nelle diverse policy.
  • Coinvolgimento del personale: l’e-learning coinvolge le persone grazie all’interattività dei corsi, al design accattivante e all’utilizzo di elementi legati alla “gamification”. La gamification ha specificamente l’obiettivo di mantenere alto l’interesse del partecipante con premi e classifiche che puntano sull’apprendimento sociale.
  • Inserimento di nuove persone: il processo di onboarding per i nuovi assunti può essere complicato, specialmente nelle grandi aziende. Attraverso i corsi digitali è possibile guadagnare tempo e contemporaneamente semplificare l’inserimento dei neoassunti presentando l’azienda e i suoi elementi chiave, passo-passo. Per il team delle risorse umane ciò significa avere più tempo da dedicare allo sviluppo del personale.

L’Oreal ha progettato “Fit Culture”, un’app che usa la gamification specificamente pensata per il processo di onboarding del nuovo personale in tutto il mondo. I nuovi arrivati apprendono gli elementi della cultura aziendale attraverso video, quiz, giochi e simulazioni. Man mano che avanzano nel percorso di apprendimento, acquisiscono fatti e storie che riguardano L’Oreal guadagnando dei punti.

  • Sviluppo di clienti e partner: con i corsi online, puoi aggiornare i tuoi clienti e partner sui tuoi prodotti e servizi. Le persone amano l’innovazione, ma spesso guardano con sospetto a ciò che non conoscono. Puoi utilizzare corsi e presentazioni per spiegare come funzionano i tuoi servizi e perché devono preferirli ad altri. Questo rende clienti e partner più sicuri delle proprie scelte e pronti a mettersi in gioco.
  • Promozione dei prodotti: brand e aziende di distribuzione hanno sempre nuovi prodotti da presentare. Puoi utilizzare l’e-learning per preparare il tuo team di vendita sulle novità e aiutare i nuovi arrivati a conoscere meglio e più velocemente i prodotti. Il risultato sarà un aumento delle vendite.

Quali obiettivi può raggiungere un’azienda grazie all’e-learning? Un corso in modalità e-learning è molto più di una sequenza di slide. Il contenuto che presenti deve essere interattivo, informativo e in grado di catturare l’interesse, senza dimenticare il carattere sociale dell’apprendimento.

Significato e-learning: le tipologie di contenuto

In iSpring abbiamo analizzato migliaia di esempi realizzati dai clienti e possiamo dire che l’efficacia di un corso in modalità e-learning dipende dal contenuto. Più è rilevante, coinvolgente e interattivo il corso, più alta è la sua efficacia. Ci sono diversi tipi di contenuto tra cui poter scegliere. Qui di seguito ne abbiamo elencato i principali:

Corsi digitali

I corsi digitali semplici sono normalmente costituiti da slide contenenti informazioni, con l’utilizzo di video e audio. I moderni strumenti di authoring consentono di rendere maggiormente interattive le slide con l’inserimento di quiz, simulazioni e registrazioni dello schermo. L’obiettivo è rendere l’intera esperienza memorabile e semplice da fruire. Ciò che consigliamo è che il 60% del contenuto sia multimediale (audio, video e immagini) e il 40% testuale.

Quiz

Proprio come per le tradizionali verifiche scolastiche, i quiz digitali aiutano a verificare quanto i partecipanti hanno appreso dalla lezione. I moderni strumenti di authoring consentono di creare quiz interattivi e stimolanti, con diversi rami opzionali, con audio e video, elementi di tipo “drag-and-drop” e molto altro.

Webinar

Un webinar è una lezione online, spesso registrata mediante una webcam. Il desktop di chi parla viene usato come una lavagna dove possono essere presentate delle slide o dei filmati.

Questa modalità ha due vantaggi. Il primo è la possibilità di comunicare con migliaia di persone contemporaneamente, il secondo è il fatto che chi partecipa può fare domande ricevendo immediatamente le risposte. Il tutto aumenta l’apprendimento sociale, favorendo lo scambio di idee con il formatore e altri studenti.

Tutorial

I tutorial rendono l’apprendimento piacevole dal punto di vista visivo. Questo formato è molto apprezzato e può essere utilizzato praticamente per qualsiasi argomento; devi solo scegliere cosa vuoi presentare.

Un tutorial può essere un corso interattivo con domande inserite in una finestra pop-up ed elementi di gamification, così come un semplice video informativo come quello che si usa in una rete sociale.

Registrazioni dello schermo

La registrazione dello schermo può essere molto efficace per presentare il funzionamento di un software. Ad esempio, se devi formare gli operatori sull’utilizzo di un nuovo CRM, puoi mostrare loro tutte le funzionalità attraverso lo screencast rendendo l’apprendimento pratico.

Talking-Head Video

In parole semplici, è un video che coinvolge una sola persona che parla davanti alla telecamera. L’obiettivo è quello di coinvolgere gli ascoltatori con una storia accattivante. Può trattarsi di una storia di successo, di un’intervista con un esperto oppure di una dimostrazione di prodotto.

eBook e articoli

Molte piattaforme e-learning offrono cataloghi dove le aziende possono raccogliere libri, articoli, storie, casi studio ecc. L’insieme di questo materiale costituisce una fonte di conoscenze a cui i collaboratori possono accedere liberamente durante la formazione.

Simulazioni e giochi di ruolo

Le simulazioni sono un efficace strumento per formare il personale che può vivere uno scenario simile a quello che può concretamente incontrare durante l’attività lavorativa. Può trattarsi di un dialogo con un cliente nel negozio o della simulazione di un guasto del motore in un impianto. Il vero vantaggio è che il fruitore del corso può sperimentare le proprie capacità in un ambiente di apprendimento protetto senza il rischio di generare conseguenze non gradite.

Simulazioni in realtà virtuale (VR)

Forse il modo più efficace (e costoso) di fare e-learning è utilizzare programmi di realtà virtuale. La VR permette di vivere un’esperienza immersiva virtuale per poter sperimentare le diverse attività in modo sicuro.

Mailing list

Da un’indagine che abbiamo condotto, il 60% delle aziende utilizza delle mailing list per divulgare i propri contenuti. Tuttavia, non sempre questo è il modo migliore per trasmettere le informazioni. È possibile insegnare a gestire la corrispondenza commerciale o trasmettere le nozioni base di SEO, ma non è certo utilizzabile per lezioni complesse.

Un ulteriore svantaggio nell’utilizzare le mailing list è la perdita di controllo sui risultati. Non è infatti possibile tracciare quante persone hanno letto dall’inizio alla fine i tuoi contenuti e quanto hanno appreso da questa lettura.

Podcast

I podcast sono molto utili. Puoi ascoltarli mentre corri o mentre guidi l’auto anziché ascoltare la radio. I podcast spesso sono lunghi e quindi devono essere accattivanti e coinvolgenti, per non correre il rischio che l’ascoltatore si addormenti con i suoni dolci della tua ninna nanna informativa.

Lanciare un progetto di eLearning per aziende in 9 passi

Implementare un progetto di e-learning richiede risorse economiche, progettazione e un grande lavoro di squadra. La sua completa realizzazione entro una certa data può richiedere del tempo: una settimana o un anno, in funzione della dimensione e della complessità del progetto. Qui sotto puoi trovare 9 passaggi con cui implementare il tuo prossimo progetto e-learning:

Come avviare corsi in modalità eLearning

Segui questi 9 passaggi per lanciare la tua azienda di eLearning

  1. Definisci gli obiettivi. Rifletti sulle motivazioni che ti spingono a lanciare un progetto di e-learning e su cosa ti potrà aiutare a svilupparlo. Più grande è l’obiettivo, più grande sarà la strategia per la sua implementazione. Per esempio, se vuoi formare un nuovo team di vendita, dovrai preparare dei corsi sui prodotti e sulle tecniche di negoziazione. Allo stesso modo, se vuoi far crescere il livello delle competenze di tutta l’azienda, dovrai preparare dei corsi e dei programmi formativi specifici per ciascun team e con diverse modalità di apprendimento.
  2. Scegli gli strumenti per l’eLearning. Se devi realizzare un progetto in breve tempo o vuoi implementare qualcosa di molto semplice come una newsletter, non hai bisogno di usare strumenti complessi. Se però vuoi creare un ambiente di formazione che possa crescere, devi prendere in considerazione l’utilizzo di software specifici per l’e-learning: un LMS e un authoring tool.

Un strumento di creazione ti consente di creare contenuti e-learning come tutorial, interazioni, quiz e molto altro. In alcuni casi, uno strumento di authoring non è necessario in quanto puoi acquistare pacchetti di contenuti già pronti, ad esempio quelli sulle competenze trasversali e/o generiche, come la formazione sulla sicurezza. Tuttavia, se la tua necessità è quella di creare contenuti specifici, dovrai provvedere ai tuoi contenuti autonomamente.

LMS o piattaforma di e-learning cos’è? LMS sta per Learning Management System. Un LMS permette di archiviare tutte le informazioni relative alla tua formazione: utenti, corsi, compiti, statistiche, pianificazioni ecc.

  1. Pianifica il progetto. Parti dalla suddivisione del tuo progetto in fasi e dalla definizione del budget da destinare a ognuna: scegli il LMS, crea un team dedicato alla gestione del sistema (amministratori della piattaforma, formatori ecc.) e decidi se è più conveniente acquistare il contenuto o svilupparlo internamente.
  2. Crea i contenuti. Dopo l’implementazione, inizia a sviluppare materiali didattici per i tuoi dipendenti. Niente di difficile o troppo elaborato;inizia in modo facile.
  3. Organizza il tuo LMS. Una volta che il contenuto sarà pronto, caricalo sul tuo LMS e comincia a organizzarlo: aggiungi le cartelle, unisci i corsi in percorsi formativi ecc. Assicurati che tutti i corsi funzionino e vengano tracciati correttamente.
  4. Verifica che tutto sia a posto. Quando anche il sistema sarà approntato, chiedi ad alcuni utenti di fare da gruppo pilota del progetto. L’obiettivo in questa fase è quello di monitorare il tutto e ricevere i feedback, in modo che tu possa affinare il programma formativo prima del suo lancio su larga scala.
  5. Pubblicizza il lancio con una campagna marketing. I tuoi utenti devono sapere della nuova soluzione di e-learning. Un semplice invito via email permetterà un incremento della conversione del 10%.
  6. Inizia la formazione. Invita gli utenti a usare il LMS e assegna loro dei corsi. Questo è l’inizio del processo di formazione. Dopo che gli utenti si saranno collegati, potranno accedere ai corsi assegnati e seguire la formazione.
  7. Valuta l’efficacia. Per valutare il successo di un programma di e-learning, utilizza le statistiche del LMS e raccogli i feedback degli utenti.

Conclusioni

Qualche decennio fa quasi nessuno sapeva rispondere alla domanda: “una piattaforma e-learning cos’è? Lentamente ma con assoluta certezza, l’e-learning sta divenendo il nuovo standard per la formazione. I ricercatori dell’Università dell’Oregon hanno dimostrato che la formazione online è più efficace di quella tradizionale. Un totale di 2.303 studenti ha iniziato a utilizzare 4 unità online con video, giochi e test interattivi. In tre anni, la loro valutazione è stata superiore alla media del 15%, a differenza del gruppo di controllo che ha utilizzato solo i libri di testo e ha avuto un incremento solo
del 5%.

Bisogna però sottolineare che la formazione digitale è ancora lontana dal poter sostituire quella tradizionale. Ciò richiederebbe cambiamenti radicali, poiché non siamo pronti a rinunciare all’interazione umana. Oggi, l’e-learning è la soluzione più conveniente in molti casi, come nella formazione del personale e, grazie allo sviluppo della tecnologia, prenderà ancora più piede.

Vuoi scoprire l’e-learning cosa è in concreto? Prova iSpring Learn LMS gratuitamente per 14 giorni e scopri tutte le funzionalità che la piattaforma di e-learning ha da offrirti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

iSpring Learn
LMS semplice con ottimo supporto
Per saperne di più
 

Inizia a creare corsi online in modo facile e veloce